soroptimist intenational d'italia

Home ›› Progetti ›› Il Club di Sondrio per il Guatemala: un progetto a sostegno di studenti delle zone rurali

Condividi:

Il Club di Sondrio per il Guatemala: un progetto a sostegno di studenti delle zone rurali

Tag: borse di studio, formazione, giovani, salute,



Il Club di Sondrio per il Guatemala: un progetto a sostegno di studenti delle zone rurali

Attività di cooperazione a beneficio di donne di paesi emergenti

Foto grande : cerimonia della laurea, con Miriam - Foto sotto, da sin : la consegna delle borse di studio; la Escuela de Enfermeria; le ragazze di Villa de las Ninas (ultime due foto)  

Il Progetto triennale 2011- 2013 per il GuatemalaBorse di studio per la laurea breve triennale in Tecnica infermieristica” è rivolto a giovani meritevoli, di famiglie poverissime, provenienti da villaggi delle zone rurali, per sostenere nella capitale gli studi universitari di Infermeria Professionale alla Escuela Nacional de Enfermeria, una facoltà pubblica della Universidad de San Carlos, il più importante ospedale di Guatemala City e dipendente dal Ministero della Salute. Questa scuola conferisce una laurea breve a infermieri  con una preparazione per assistere parti, far fronte alle più comuni malattie, attuare programmi di vaccinazione, fornire educazione sanitaria e sessuale in aree rurali.

Quella dell’infermiera è una professione dalle ricadute estremamente positive sulle comunità rurali. Attraverso la loro presenza qualificata nei Centros de Salud, dove i medici sono presenti in modo molto sporadico, svolgono un ruolo determinante per migliorare la qualità della vita di donne e bambini. Abbiamo consegnato 5 borse di studio per  un importo di circa 7.000 euro, un service autonomo, ideato, finanziato in parte dal Club e in parte col contributo di singole socie ed amici e gestito sotto il nostro controllo diretto. Il nostro aiuto ha permesso di completare gli studi, laureandosi, a tre ragazze ed un ragazzo, allievi meritevoli del III anno, che devono affrontare  molte spese per tirocini pratici finali e per la preparazione del diploma. La quinta borsa di studio è stata assegnata a una ragazza, Lupita, iscritta al I anno. Erano presenti alla consegna degli assegni, la direttrice, i rappresentanti del corpo insegnante, Miriam, la nostra referente in Guatemala, e ovviamente i borsisti, meravigliosamente semplici ed entusiasti con i loro familiari poveri, dignitosi, commossi e felici.

I fondi ci permetteranno di erogare altre 5 borse di studio. Aiuteremo Lupita, che ha concluso il primo anno, ad arrivare alla laurea e altri 4 nuovi studenti del terzo anno.

Abbiamo scelto il Guatemala per i legami familiari e per le conoscenze (di carattere sociale, economico, storico) della nostra Presidente, Maria Luisa Corno Morales, che quindi ha la possibilità di muoversi senza intermediari. La nostra referente locale Miriam, cognata della presidente e moglie di un medico, ci aiuta gratuitamente da Città del Guatemala per tutte le questioni burocratiche, ha sempre collaborato con lo staff docente della Facoltà e ci ha tenuto costantemente informate sull’andamento del progetto facendoci partecipare“a distanza”.

Nel mese di  febbraio 2011, il viaggio in Guatemala di alcune socie con la Presidente e suo marito,  ha permesso di conoscere direttamente la realtà di quel Paese ed incontrare di persona i beneficiari delle borse di studio e il corpo docente della Escuela de Infermeria, dotata di un’ottima attrezzatura e di una sala operatoria didattica. La socia pediatra, Maria Arnoldi, come altri medici del gruppo, hanno verificato il livello di preparazione professionale e scientifica che ricevono gli alunni, esprimendo un giudizio nettamente positivo

Abbiamo visitato anche la “Villa de las Niñas” un collegio, dove sedici suore coreane, coadiuvate da un centinaio di insegnanti gestiscono, con fondi elargiti da benefattori, 1.100 ragazzine fra i 12 e i 16 anni, provenienti da paesi sperduti nelle montagne dove non potrebbero proseguire gli studi liceali e che, se meritevoli, proseguiranno poi per l’università, sperando di poter lavorare per mantenersi. Abbiamo visitato la grandissima struttura dove, oltre ai laboratori scolastici, esiste una sala con 100/120 macchine per cucire. Ogni ragazza è infatti messa in grado di cucirsi divise e vestiti. Lo studio comprende anche l’educazione sessuale. E’ commovente l’impegno col quale queste giovani cercano di migliorare se stesse e il popolo tutto a cui appartengono.

Oltre a mantenere queste ragazze e 1600 maschi in un’altra struttura, le suore “Hermanas de Maria” hanno aperto anche un asilo nido dove si prendono cura dalla mattina alla sera di un centinaio di bambini di madri sole che altrimenti sarebbero destinati alla strada o alla solitudine.

Gli studenti hanno svolto il tirocinio nelle zone rurali con tanto entusiasmo e impegno.

Durante la Cerimonia di Laurea, a novembre 2011, il Ministro della Sanità ha ringraziato pubblicamente il Soroptimist Club per il sostegno dato ai ragazzi, senza il quale non avrebbero potuto concludere il corso. Ora i nostri laureati sono in grado di realizzare i loro sogni: poter lavorare, mantenere i loro figli, aiutare il loro Paese in cui è difficile il miglioramento economico per i giovani delle zone rurali e montane, ma si impegnano a non  arrendersi, a voler  contribuire con il loro lavoro a un miglioramento generale e a portare il loro ruolo ad un livello migliore.

Abbiamo capito il percorso che questo paese, lacerato da oltre trenta anni di guerra civile, sta compiendo verso il miglioramento delle proprie condizioni di vita.

Il Guatemala è uno dei paesi latinoamericani dove le differenze e sperequazioni sociali e culturali sono più accentuate. Nonostante l'impulso alla partecipazione dei popoli indigeni data dal premio Nobel alla Menchú, il concorso in politica degli indigeni, più del 50% della popolazione, e il ruolo delle donne, restano largamente emarginati dal controllo sociale ed economico dell’ élite locale.

Il sistema scolastico è organizzato in due cicli, un ciclo primario obbligatorio di sei anni e due cicli secondari di tre anni. Le scuole, benché siano gratuite, sono di fatto poco frequentate soprattutto dalla popolazione indigena residente in zone rurali e montane isolate dalla città, per il problema dei costi di trasporti, libri e materiali, il tasso di abbandono nel ciclo primario è molto elevato. Il sistema scolastico soffre per la scarsa qualifica degli insegnanti, i problemi citati si riflettono in uno dei tassi di analfabetismo più elevati dell'America Centrale. Vi sono numerose scuole private la cui frequenza è riservata ad una ristretta minoranza di popolazione nelle città. La formazione superiore viene effettuata nella pubblica Universidad de San Carlos de Guatemala e 9 Università private. Il sistema sanitario pubblico non è funzionale a causa del sistema politico e delle condizioni ambientali (la mancanza di acqua potabile e le dure condizioni di vita). C'è un alto tasso di mortalità infantile e le malattie a trasmissione sessuale e l'HIV sono molto diffuse tra la popolazione.

Maggio 2012

“A Lupita abbiamo comprato un PC nuovo, perché quello che le avevamo procurato aveva 12 anni e non girava più. Abbiamo speso circa 300 Euro (i programmi li ha messi gratuitamente il figlio di Miriam) allegato: lettera di Miriam

Allegati foto

Novembre 2012

Altri 4 studenti hanno conseguito la laurea. La PastPresidente, 2 socie del nostro club, una del Club di Busto Arsizio -Ticino Olona e  alcuni amici hanno presenziato alla cerimonia di Laurea. Nell'occasione è stata consegnata alla Past Presidente Maria Luisa CornoMorales una targa di riconoscimento (allegata) per l'aiuto che abbiamo offerto. Questo anno sosterremo ancora Lupita che frequenta il terzo anno. I fondi sono in parte stanziati dal Club e in parte ottenuti dal contributo di singole socie e da amici benefattori.

Anno sociale 2012 – 2013

 Questo anno sosterremo ancora Lupita che frequenta il terzo anno e altri 3 studenti del terzo anno che concluderanno a novembre 2013. 

 


AREA RISERVATA
MAIL PASSWORD