-->
CLUB
page

RETE C&C COLTURE E CULTURA

Progetti / RETE C&C COLTURE E CULTURA

Testimonianze femminili degli eccellenti prodotti del territorio, Paola Arpione dell’Agriturismo “Tre Colline in Langa” di Bubbio, contadina per passione e produttrice di nocciole e di gelatine fatte col mosto del moscato fermentato, e Monica Monticone dell’Agriturismo Cascina Rey di Asti  viticoltrice che produce ottimo grignolino e un vino bianco dal nome evocativo : Sagrinte nen ….

 

Il Soroptimist, nel 2014 – su impulso delle socie di Bergamo e di Bolzano - ha promosso la nascita della rete C&C - Cultura delle donne per una Cultura Ecosostenibile –  per sostenere donne che coltivano , allevano producono e sostengono le loro famiglie nel rispetto della cultura, della tradizione, dell'ambiente e della biodiversità.

Noi come Soroptimiste siamo orgogliose e felici di poter essere oggi e domani al loro fianco; esiste anche un Marchio Soroptimist International di sostegno al prodotto, per i prodotti che vengono selezionati.     

Il motto che può riassumere in modo efficace la mission della rete C&C è: L'agricoltura e la cultura delle donne per un ambiente sostenibile

La rete C&C Coltura e Cultura affonda infatti le sue radici nelle prime parole del rapporto delle Nazioni Unite "Comprendere i legami tra sostenibilità ambientale ed equità è essenziale se vogliamo espandere le libertà umane per le generazioni attuali e future", sono queste parole che hanno ispirato nel 2014 i primi due club italiani nella ricerca di una relazione tra donne, agricoltura o allevamento e sostenibilità ambientale.

I club promotori hanno quindi coordinato i loro progetti per accogliere altri club in una rete virtuosa. Finalizzata ad individuare piccole produttrici locali con l'obiettivo che rappresentassero le migliori esperienze al femminile.

La rete C&C per i suoi contenuti sociali, ambientali e culturali è stata premiata nel 2015 come Best Practice in Expo - Cascina Triulza, dal Soroptimist italiano e da quello europeo e il 13 marzo 2018 a New York presso le Nazioni Unite le rappresentanti del SIE hanno portato C&C come esempio di “rafforzamento di donne rurali”.

Oggi i prodotti selezionati sono quasi arrivati ad un centinaio (dal miele, alle marmellate, ai formaggi, alle lenticchie) e grazie alle referenti di ogni club (circa 40 club) si crea il contatto tra le 5500 Socie italiane e le produttrici.

Ogni acquisto che si realizza da parte delle singole Socie o gruppi di acquisto, serve per sostenere le realtà territoriali accuratamente selezionate dai club proponenti ed intende essere un piccolo grande segno di sostegno e aiuto.

Il progetto vuole mettere in luce l'impegno di donne produttrici che tutelano la biodiversità e l'ambiente.

 Il primo obiettivo di C&C è infatti quello di favorire la crescita delle donne identificando e incoraggiando il consumo di prodotti di qualità dall'agricoltura, dall’allevamento o dal riciclo. Abbiamo conosciuto queste donne, le loro piccole aziende, abbiamo condiviso emozioni, conoscenze, vogliamo diffondere l’attenzione per una catena alimentare sana che deve essere sostenuta da un acquisto consapevole e regolare.

Come interveniamo? Ogni club seleziona alcuni prodotti locali: pani e paste preparati con grani antichi, vini prodotti in vigneti che rispettano splendidi paesaggi, verdure, ortaggi e frutta da ogni angolo d’Italia e molto altro ancora. A questi prodotti diamo un marchio di qualità come simbolo di riconoscimento e sostegno del Soroptimist.

Visitiamo le produttrici durante incontri di rete, 22 fino ad oggi, in ogni parte d'Italia. Abbiamo iniziato il nostro percorso di scoperta, amicizia e condivisione nel 2015 a Cortina dove abbiamo incontrato formaggi locali ma anche quelli che abbiamo inviato dalla Valle d'Aosta e dalla Lombardia con tutti i sapori e profumi del latte e delle erbe alpine; abbiamo accolto nella rete le coraggiose produttrici che hanno superato e sconfitto l’orrore del terremoto, o carcerate che trovano un nuovo percorso di riscatto nella formazione e nel lavoro.

Dal 2017 ci impegniamo inoltre a riciclare, rigenerare e riutilizzare alimenti incentivando la ridistribuzione delle eccedenze; promuoviamo l'educazione alimentare e ambientale nelle famiglie e nelle scuole per la crescita consapevole delle nuove generazioni. Siamo consapevoli che questa rete di oltre 40 club non si è fermata dopo i riconoscimenti, il progetto continua, la rete si estende.

PUBBLICATO DA:

Martina Dezzani - Club Asti

DATA PUBBLICAZIONE:

07 luglio 2020

PRESIDENZA

Mariolina Coppola

PROGETTO NAZIONALE

La rete C&C: eredità Soroptimist EXPO

FINALITA

Rivolgere l'attenzione alle esigenze specifiche delle donne e delle ragazze migliorando la sostenibilità ambientale e mitigando gli effetti del cambiamento climatico e delle catastrofi ambientali.

ALLEGATI


  • bollino-si-di-sostegno-al-prodotto.pdf

CLUB COLLEGATI

Leggi anche

Club Bergamo 04-10-2020

25 esimo incontro di rete del progetto C&C

Domenica 5 ottobre nello spazio espositivo “Volumnia” presso la chiesa sconsacrata di S. Agostino a Piacenza si è svolto il venticinquesimo incontro

Ivana Suardi - Club Bergamo

Club Asti 15-09-2020

CASCINA REY

LA CULTURA DELLE DONNE PER UNA COLTURA ECOSOSTENIBILE

Monica Monticone ha aderito al progetto C&C con la sua azienda Cascina Rey.

Martina Dezzani - Club Asti

Club Asti 15-09-2020

Agriturismo Tre Colline in Langa.

LA CULTURA DELLE DONNE PER UNA COLTURA ECOSOSTENIBILE

Paola Arpione con il suo Agriturismo Tre Colline in Langa, produttrice di nocciole e moscato ha aderito alla rete C&C colture e culture.

Martina Dezzani - Club Asti