Soroptimist
search

SI parla agli studenti di parità di genere

Prevenzione e intervento sulla violenza di genere

Il Soroptimist International, un'organizzazione globale di donne impegnate nel miglioramento della vita delle comunità, ha fatto della prevenzione e del contrasto alla violenza di genere una delle sue missioni principali. Riconoscendo la violenza di genere come una violazione fondamentale dei diritti umani con conseguenze devastanti per le donne e le loro famiglie, il Soroptimist si batte per promuovere una cultura di rispetto e la parità di genere. Per fare questo occorre la sensibilizzazione e l'informazione su stereotipi di genere dannosi e la promozione di modelli di relazioni positive e non violente. Per questo parlare di violenza di genere e di diritti umani nelle scuole e nelle università è un modo per insegnare il rispetto reciproco, la risoluzione non violenta dei conflitti e l'uguaglianza di genere.


La promozione di una cultura di rispetto e parità di genere nella scuola è un compito fondamentale per creare un ambiente educativo sicuro, inclusivo e stimolante per tutti gli studenti. Inserire contenuti specifici sui temi della parità di genere, dei diritti umani e delle discriminazioni di genere all'interno di diverse materie scolastiche crea un ambiente scolastico inclusivo.

Proporre attività didattiche che favoriscano la riflessione critica sugli stereotipi di genere e la costruzione di relazioni positive e paritarie è stato l'obiettivo del Soroptimist Club di Grottaglie. Il 30 aprile il Club Soroptimist di Grottaglie ha organizzato, con le classi terze e quarte dell' Istituto superiore Don Milani Pertini, presso il teatro Monticello di Grottaglie un incontro per sensibilizzare i giovani, che sono il nostro futuro, sulla parità di genere. Il club Soroptimist da sempre promuove iniziative su questo delicato argomento, ma quest'anno ha voluto rivolgersi a una platea ancora più sensibile come quella studentesca. L'evento, intitolato "EduchiAmo alla parità di genere", ha avuto inizio con il cerimoniale del club, i saluti della Presidente Mimma Marseglia e della Preside Giusi Ditroia.

La prevenzione della violenza di genere è una responsabilità di tutti i cittadini, per questo bisogna garantire la parità di genere in tutti gli ambiti della vita sociale, economica e politica. Inoltre, occorre promuovere l'indipendenza economica delle donne e la loro autonomia in termini di accesso al lavoro, all'istruzione e alle risorse.

 Dopo i saluti delle autorità, hanno relazionato una serie di esperti del settore come: Novella De Angelis (dirigente psicologa e psicoterapeuta Asl Taranto) , Nicoletta Erroi (avvocato-giudice onorario di Pace di Brindisi), il dott. Antonio Morelli, Patrizia Minardi (componente comitato nazionale delle pari opportunità Soroptimist International d'Italia) ed un rappresentante dell'Arma dei Carabinieri. Tanti gli argomenti trattati in un linguaggio pertinente alla circostanza, la presidente Mimma Marseglia ha ricordato, attraverso delle diapositive, la presenza della Stanza tutta per sé voluta dal Club Nazionale, presso la Caserma dei Carabinieri di Grottaglie, un'aula di ascolto in cui ogni donna può denunciare in maniera riservata. 

Ha arricchito la giornata, con una sua testimonianza in merito alla parità di genere nell' ambito militare, il Comandante della Stazione Aeromobili di Grottaglie, Ivan Pagliara. Interessante anche l' intervento dell'assessore Antonio Vinci, sempre presente nelle iniziative del Club. Gli studenti, per l' occasione, hanno preparato cartelloni per denunciare la violenza sulle donne, hanno recitato poesie di Alda Merini e due studentesse hanno emozionato la platea con la canzone di Mia Martini "Gli uomini non cambiano". Una bellissima esperienza da ricordare e da ripetere anche con le classi quarte e quinte della scuola primaria per educare e promuovere la consapevolezza di sé, della propria identità di genere e alla cultura della non violenza.

chevron_left
chevron_right
X