Soroptimist
search

CONDIZIONE E RISCATTO DELLE DONNE

in difficili contesti di povertà, arretratezza ed oppressione

La
chevron_left
chevron_right

Nell'ambito della Campagna Orange The World,venerdì 2 dicembre,alle ore 18,30, nella locale Biblioteca Comunale Isidoro Chirulli,la soroptimista Rosa Maria Vinci,socia del Club di Martina Franca,autrice del romanzo " Il profumo dei giacinti selvatici (Giacovelli Editore, 2021)",ha dialogato con la giornalista Agata Scarafilo e con la vice-sindaco Nunzia Convertini sul tema della condizione e del desiderio di riscatto delle donne,in difficili contesti di povertà, arretratezza ed oppressione quale quello albanese del secondo dopoguerra.Nella trama intessuta di amore, emigrazione e desiderio di ritorno alle proprie radici,anche storie di prevaricazione dei diritti dei più deboli.All'incontro sono intervenuti l'Assessore alle Attività Culturali Carlo Dilonardo,la portavoce dell'Associazione "Le Aquile di seta" Ira Pandocu  e la violinista Didi Tartari.


Nell'ambito delle due settimane di mobilitazione (dal 25 novembre al 10 dicembre) per contrastare la violenza sulle donne, Campagna promossa dall' ONU,da UN Women, dal Soroptimist International d'Italia e dalla Federazione Europea del Soroptimist, il Club di Martina Franca, presieduto da Doranna Rinaldi, ha organizzato pervenerdì 2 dicembre, alle ore 18,30, nella locale Biblioteca Comunale Isidoro Chirulli una manifestazione, patrocinata dall'Amministrazione Comunale di Martina Franca , in cui la socia del nostro Club Rosa Maria Vinci, autrice del romanzo " Il profumo dei giacinti selvatici (Giacovelli Editore, 2021)" ha dialogato con la giornalista Agata Scarafilo e con la vice-sindaco Nunzia Convertini sul tema della condizione e del riscatto delle donne, in difficili contesti di povertà, arretratezza ed oppressione . Nel romanzo si parla di Fatima, una ragazza che, nel secondo dopoguerra vive in un contesto sociale dove " libertà" è solo una parola, essendo figlia del popolo albanese, ostaggio di un dittatore.

Nella trama intessuta di amore, emigrazione e desiderio di ritorno alle proprie radici, anche storie di prevaricazione dei diritti dei più deboli.

All'incontro sono intervenuti l'Assessore alle Attività Culturali Carlo Dilonardo, la portavoce dell'Associazione "Le Aquile di seta" Ira Pandocu e la violinista Didi Tartari.

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=pfbid02jNisL2JadB7BUGt4by2hmRhjxDQsCsmWw8BKizTXp2QbnjHHW7SVZ4mHJ5ZkxGCGl&id=1419631080&sfnsn=scwspwa

https://www.facebook.com/100063088517794/posts/pfbid0vKfxjG9j7kqhJN2WXUCdpZPXCCAdGxRrMF7XDfiWFT7t88qCiDa5YyNMSqUfUm6hl/?d=n

https://albanialetteraria.it/frammento-letterario-il.../#ilprofumodeigiacintiselvatici

X