Soroptimist
search

Il cineforum al carcere di Bollate

Father and son

Il

Il 28 aprile al Carcere Femminile di Bollate è stata una giornata animata dalla proiezione del film giapponese che fa riflettere sulla genitorialità.

A seguito della proiezione del difficile e complesso film del regista giapponese Kore-Eda Hirokazu Father and son il dibattito è stato molto profondo ed acceso. Le numerose donne ristrette che hanno partecipato al Cineforum hanno infatti espresso il loro apprezzamento per la pellicola che affronta la problematica dello scambio nella culla di neonati, nel contesto di una società come quella giapponese, molto distante dalla nostra.

Il tema affrontato dal punto di vista inizialmente anaffettivo del protagonista maschile, molto competitivo, contrapposto all'altro protagonista maschile esponente della parte meno abbiente della società, porta alla fine del film alla comprensione che soltanto esprimendo un sentimento di amore si possono affrontare i problemi psicologici creati da tale drammatica situazione. Una delle intervenute ha infatti notato che soltanto facendo venire alla luce le difficoltà di relazione con il proprio padre il protagonista riesce a superare i problemi di relazione con il figlio generato e quello cresciuto per sei anni. Un'altra ha rilevato che i veri agenti positivi sono stati i bambini stessi, aiutati dalle amorevoli madri, le quali agiscono nell'ombra, secondo la tradizione della loro cultura.

Sia il successo dello scambio di idee con le donne ristrette, sia l'incontro con il direttore del Carcere, il quale ha ringraziato ed incoraggiato il Soroptimist a continuare nell'iniziativa, ci hanno fornito ulteriore linfa vitale per andare avanti, senza timore di affrontare anche temi molto delicati con le donne che partecipano agli incontri.

Dulcis in fundo, la visita al femminile dell'attore di Mare Fuori Carmine Recano. La proiezione del film è stata sospesa per qualche minuto, perché le ragazze più giovani si sono precipitate in visibilio fuori dalla Sala Navicella per raccogliere l'autografo dell'attore, sia su foglietti raccolti qua e là, che su braccia e mani.

Una giornata veramente movimentata!

X