Milano Fondatore

15 dicembre 2020

FAMILY ROOM


La prima Family Room a Milano-Progetto che mette al centro la famiglia

Il club Milano Fondatore, in partenariato con la Ronald McDonald House Charities®  ha aderito all’iniziativa dell’apertura della prima Family Room a Milano in collaborazione con il Presidio Ospedaliero dell’ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda, creando al suo interno un nuovo importantissimo progetto la Smart Working Room per agevolare le mamme occupate nel lavoro agile e da remoto, mentre gestiscono la malattia dei propri bimbi. In questo periodo di pandemia, la working room risulta particolarmente utile alle mamme che possono non solo svolgere la loro professione da remoto, ma anche avere la possibilità  di concentrarsi su qualcosa di differente dalla malattia del proprio bambino e quindi distrarsi produttivamente. Il Progetto pilota è replicabile in altre strutture sul territorio nazionale e rappresenta una risposta concreta da parte di Fondazione Ronald McDonald e del S.I. Club Milano Fondatore al tema del sostegno alle famiglie dei piccoli pazienti in cura presso le eccellenze ospedaliere del territorio e a quello, ancora più annoso, della migrazione sanitaria.

La prima Family Room a Milano 

Teniamo la famiglia vicina quando la cura è lontana

Un progetto che mette al centro le famiglie

IL PRBLEMA
Un bambino gravemente malato deve spesso curarsi lontano dalla sua città. Alla problematica legata allo stato di salute, si aggiunge un enorme carico psicosociale, dovuto a periodi di lontananza da casa lunghi e costosi, alla vita in un posto nuovo in cui mancano le reti sociali, alla necessità di allontanarsi dalla scuola per i minori e dal lavoro per gli adulti, le mamme in particolare. Infatti, solitamente sono le donne ad essere individuate come le “prestatrici di cure ed assistenza” nel nucleo familiare e a subire le maggiori condizioni di svantaggio. Con l’emergenza Covid la situazione si è ulteriormente aggravata.
Difficoltà di conciliazione famiglia-lavoro, orari e organizzazione del lavoro spesso impossibili, una divisione del lavoro famigliare tra madri e padri ancora asimmetrica, servizi per la prima infanzia (fratellini e sorelline dei pazienti malati) scarsi e costosi, oltre a mancati rinnovi di contratti di lavoro. precari o a tempo determinato: Tutto ciò spinge molte madri a rinunciare almeno temporaneamente all’occupazione, salvo trovare, più avanti, difficoltà a reinserirsi nel mondo del lavoro.

IL PROGETTO
La Ronald McDonald House Charities® (RMHC) e un’organizzazione non profit internazionale che, dal 1974, aiuta le famiglie dei bambini malati a restare vicine. A tale scopo costruisce, acquista o gestisce Case Ronald ubicate nelle adiacenze di strutture ospedaliere e Family Rooms, situate direttamente all’interno dei reparti pediatrici, per offrire ospitalità e assistenza ai bambini malati e alle loro famiglie durante il periodo di cura o terapia ospedaliera. Sul modello Ronald McDonald Family Room® presenti in tutto il mondo, Fondazione Ronald ha aperto la prima Family Room a Milano, in collaborazione con il Presidio Ospedaliero dell’ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda.
Le Family Rooms sono spazi accoglienti all’interno dei padiglioni pediatrici, un ambiente dove ritrovare la forza di affrontare un momento così difficile come la malattia di un figlio, circondati da tutti i comfort e ogni servizio: dalla sala da pranzo alla cucina, da una sala per lavorare, da uno spazio per i giochi a un posto dove dormire.
La struttura di Milano prevede anche servizi a sostegno delle famiglie, come laboratori creativi, momenti conviviali (cinema, colazioni offerte, pranzi di famiglia, celebrazione festività) e volontari a supporto delle necessità delle famiglie. La peculiarità del progetto è che esso viene seguito nel tempo e McDonald’s aiuta a pagare sostiene i costi generali e amministrativi delle Ronald McDonald House Charities (“RMHC”) e altri costi che esse dovrebbero sostenere per raccogliere fondi e fornire i servizi richiesti dal programma. 

L' ADESIONE AL PROGETTO DEL S.I. CLUB MILANO FONDATORE
Il club Milano Fondatore, in partenariato con la RMHC, ha aderito all’iniziativa dell’apertura della prima Family Room a Milano, la città del lavoro, creando al suo interno un nuovo importantissimo progetto la Smart Working Room per agevolare le mamme occupate nel lavoro agile e da remoto, mentre gestiscono la malattia dei propri bimbi. In questo periodo di pandemia, la working room risulta particolarmente utile alle mamme che possono non solo svolgere la loro professione da remoto, ma anche avere la possibilità  di concentrarsi su qualcosa di differente dalla malattia del proprio bambino e quindi distrarsi produttivamente. Il Progetto pilota è replicabile in altre strutture sul territorio nazionale e rappresenta una risposta concreta da parte di Fondazione Ronald McDonald e del S.I. Club Milano Fondatore al tema del sostegno alle famiglie dei piccoli pazienti in cura presso le eccellenze ospedaliere del territorio e a quello, ancora più annoso, della migrazione sanitaria.

www.soroptimist.it



AUTORE: Claudia Pizzi - Club Milano Fondatore

PRESIDENZA: Mariolina Coppola


PROGETTI NAZIONALI

Donne, Diritti, Dignità

select contenuto from correla where idcontenuti=35650