Soroptimist Pavia

10 dicembre 2019

Una Stanza tutta per sè


Aula di ascolto protetto presso la Questura

Il 10 dicembre 2019 si è inaugurata presso la Questura di Pavia  “Una stanza tutta per sé “: uno spazio protetto ed esclusivamente dedicato alla raccolta delle denunce, con personale della Polizia specificatamente formato sulla tutela dei soggetti deboli.

La realizzazione della stanza - per noi la seconda dopo quella presso il Comando Provinciale dei Carabinieri -  è stata una tappa di un percorso di formazione, informazione e sostegno sul tema della violenza di genere che il Club di Pavia ha sviluppato in questo anno attraverso più iniziative .

Laa Stanza presso la Questura: un ambiente accogliente creato sul modello di quello precedentemente realizzato presso il Comando Provinciale dei Carabinieri, giocato sulla scelta di colori pastello rosa e grigio; studiata appositamente da un’architetta, la stanza è dotata di un apparecchio di video-registrazione molto sensibile e tecnicamente adatto.

Un ambiente che non vuole essere solo spazio, ma anche accoglienza e ascolto, ospitalità e protezione, per fare sentire meno sole queste donne, come è ben rappresentato dall’opera pittorica dell’artista pavese Gloria Brocchetta dal titolo “Non sono sola”, che è stata posta all’interno della stanza: l’opera esprime con efficacia la finalità condivisa da  tutti i componenti del Tavolo Antiviolenza Istituzionale di Pavia, di cui il Soroptimist fa parte in qualità di soggetto sostenitore. 

 



AUTORE: Milena Boltri - Club Pavia

PRESIDENZA: Mariolina Coppola


PROGETTI NAZIONALI

Una stanza tutta per sè