Soroptimist
search

Fiorenza Poletto nuova Presidente del Club

Fiorenza
chevron_left
chevron_right
  • Club: Pordenone
  • Autore: Piera Roncoletta
  • Ultima modifica: Gennaio 2023

Fiorenza Poletto è la nuova Presidente del Soroptimist Club Pordenone. Fra gli appuntamenti annunciati per il 2023 c'è la celebrazione del 50mo anniversario del Club, che fu fondato a da Pia Baschiera nel 1973: sarà festeggiato con diversi eventi in città dal 12 al 14 maggio. Prosegue l'impegno per la gestione e il sostegno della Scuola in ospedale nell'Area Giovani del CRO di Aviano. Fra i service, i progetti STEM e NERD, i corsi di geopolitica e di educazione finanziaria.

Fiorenza Poletto, pordenonese, insegnante di materie economiche all'Istituto Marchesini di Sacile, dottore commercialista e giornalista pubblicista è la nuova presidente del Club di Pordenone. Guiderà per due anni il sodalizio che 50 anni fa fu fondato in città da Pia Baschiera Tallon e proprio la celebrazione del 50mo anniversario della fondazione – nelle giornate del 12, 13 e 14 maggio, fra momenti istituzionali, incontri e eventi culturali - sarà uno dei punti cardine del programma di quest'anno, sempre seguendo la bussola che guida il Soroptimist in Italia e nel mondo: l'avanzamento della condizione femminile e il superamento del divario di genere che soprattutto nel settore del lavoro vede l'Italia ancora molto in basso, in classifica, fra i Paesi europei.
Il passaggio di consegne fra la Past President Primula Cantiello e la Presidente Fiorenza Poletto ha avuto luogo il 31 gennaio negli spazi di villa Baschiera-Tallon, dove il Soroptimist ha la propria sede.
Ospiti della serata i protagonisti di uno degli impegni più importanti del club, la Scuola in ospedale, attività che si svolge dal 2008 nell'Area Giovani del CRO di Aviano, realtà unica in Italia, che il Club sostiene economicamente e gestisce attraverso la socia Paola Fabbro, coordinatrice di 60 insegnanti volontari: Maurizio Mascarin, medico fondatore dell'Area Giovani e Alessandro Sonego, general manager del Mit Group di San Quirino, che anche quest'anno contribuirà al sostegno della Scuola.
Poletto ha presentato anche tre service del Club previsti nel 2023, finalizzati allo sviluppo dell'empowerment femminile, uno legato al progetto STEM che incentiva le giovani studentesse allo studio delle materie scientifiche e, curato dalle socie Luciana Basso e Stefania Garofalo, il progetto NERD  (Non è una cosa per donne) che approda in Friuli proprio grazie al Soroptimist di Pordenone e si sviluppa in collaborazione con il dipartimento di informatica dell'Università di Udine. L'ateneo udinese avrà inoltre il coordinamento scientifico degli incontri sull'educazione finanziaria che si terranno da febbraio a maggio a palazzo Mantica, rivolti alle studentesse delle classi quarte e quinte superiori, validi anche ai fini PCTO (alternanza scuola-lavoro). Fra le prossime iniziative in programma, l'inaugurazione anche nella caserma dei Carabinieri di Azzano Decimo – come già avvenuto recentemente nella caserma di Pordenone – della "Stanza tutta per sé", luogo protetto, riservato e accogliente per raccogliere le denunce e testimonianze delle donne (e i figli) vittime di violenze e abusi e con il Comune di Pordenone l'apposizione di una targa e intitolazione a Pia Baschiera Tallon dell'area verde di fronte alla Stazione di Pordenone che dall'estate scorsa ospita una statua – "La Solidarietà" –  donata dal Soroptimist in occasione del 30mo dalla fondazione, recuperata dal deposito in cui era stata posta e fatta restaurare quest'anno, sempre a cura del Club, prima della collocazione nell'area stessa.

X