Soroptimist Rimini

23 gennaio 2022

Relatrice Wilma Malucelli


Diritti negati.....diritti perduti: la situazione Afghana

IL SOROPTIMIST PER LE DONNE AFGHANE

Teniamo alta la voce in aiuto alle donne e ai bambini afghani

Wilma Maluccelli, Past Presidente Nazionale del Soroptimist International d’Italia, grande viaggiatrice, giornalista, profonda conoscitrice della realtà delle donne afghane, ha visitato nel corso dei suoi viaggi alcuni campi profughi afghani in Pakistan ed è stata protagonista della conversazione “Diritti negati..diritti perduti:la situazione afghana” che si è tenuta ieri sera mercoledì 26 gennaio alle ore 21 su piattaforma ZOOM. L’incontro è stato organizzato dal Soroptimist Club di Rimini in interclub con il Soroptimist Club di San Marino.

La millenaria storia dell’Afghanistan, il mitico Aryana Khorasan, attraversato nel IV° secolo da Alessandro Magno che vi fondò ben quattro città, ha conosciuto molti periodi di lotta tra le sue varie rappresentanze etniche , ma anche stagioni di relativa pace e benessere.

I diritti delle donne, nonostante sulla carta siano oggi gli stessi in vigore fin dalla nuova Costituzione del gennaio 2004( che prevede, all’articolo 22,che i cittadini dell’Afghanistan abbiano uguali diritti e doveri dinanzi alla legge), tuttavia non vengono rispettati per una “ legge non scritta” che da secoli ritiene la donna degna solo di rimanere in casa a svolgere le mansioni di casalinga; si pensi che NADIA ANJUMAN, poetessa afghana, venne uccisa nel 2005 dal marito perché aveva osato pubblicare una sua poesia! Questa situazione, migliorata relativamente con la caduta del regime talebano nell’ottobre 2001, è drammaticamente precipitata dopo il 15 agosto scorso. quando i talebani hanno ripreso in mano Kabul

Numerose sono le donne che si sono ribellate e hanno contrastato con la loro voce e le loro azioni il potere disumano dei fondamentalisti islamici: drammatica la loro fine. La maggior parte di loro è stata barbaramente trucidata, come MEENA KESHWAR KAMAL, giovanissima fondatrice di un movimento femminista, RAWA, che fu assassinata nel 1987 in Pakistan dove si era rifugiata; dei suoi tre figli, affidati da lei stessa ad amiche fidate, non si è più saputo nulla. Anche la conduttrice televisiva SHAIMA REZAYEL, rea di aver diretto uno spettacolo televisivo musicale troppo " leggero" e contrario alla sharìa, fu assassinata nel 2005, così come FROZAN SAFI, docente di Economia all’Università, attivista per i diritti delle donne, trucidata a tradimento nell’ottobre 2021 poiché stava per lasciare il Paese.

Il Soroptimist International d’Italia vuole tenere alta l’attenzione sulle donne afghane e le loro famiglie contribuendo a diffondere la loro voce e offrendo fattivo contributo alla loro accoglienza.

Alla serata hanno partecipato il Soroptimist club di Ravenna oltre a numerose socie dei vari club d’Italia. In rappresentanza delle istituzioni locali hanno partecipato: Francesca Mattei assessora del comune di Rimini e Linda Piva, assessore del comune di Verucchio. Numerosi ospiti anche da San Marino: Gloria Valentini Authority per le Pari Opportunità, Enzo Merlini segretario generale CdLS, Luca Montanarisegretario generale CdLS, Maddalena Lonfernini DSU università di San Marino.




AUTORE: Gabriella Vitri - Club Rimini

PRESIDENZA: Giovanna Guercio