Le nostre professioni | ACCEDI

HOME ›› Attivita'›› Nel nome di Gaia. Il pensiero femminile per una rinnovata visione del mondo

Club Firenze |

Nel nome di Gaia. Il pensiero femminile per una rinnovata visione del mondo

Il Club di Firenze, in collaborazione con la sezione fiorentina della Società Filosofica Italiana, ha organizzato il convegno “Nel nome di Gaia. Il pensiero femminile per una rinnovata visione del mondo”. Il convegno di svolgerà il 15 aprile 2016 a Firenze (Sala “Ferri” del Gabinetto Vieusseux, Palazzo Strozzi, piazza Strozzi).

 

L’iniziativa intende presentare il cosiddetto “pensiero della differenza”, considerato oggi il nuovo pensiero sul ruolo della donna.

Questa corrente di pensiero invita la donna a non amalgamarsi ad una cultura che non le appartiene e a far sentire la propria voce, comunicando il proprio originale punto di vista. Ciò ha dato l’avvio ad una interessante revisione epistemologica, volta a evidenziare, nelle varie discipline, lo sguardo femminile.

A tale prospettiva è dedicata la sezione mattutina del convegno, durante la quale verranno presentate diverse discipline “al femminile”; scienza, bioetica, filosofia, teologia saranno analizzate non solo per i validi contributi che sono stati dati dalle donne, ma soprattutto per il differente approccio, che comporta innovazioni metodologiche, arricchimenti nei criteri e nei campi di indagine.   

La seconda parte del convegno, quella pomeridiana, è dedicata al rapporto tra femminile, natura e pensiero ecologico. Siamo convinte, infatti, che nell’attuale situazione di degrado ambientale, il pensiero femminile possa rappresentare una valida alternativa per promuovere un rapporto più armonico con la natura.

Come una vasta e autorevole letteratura ha dimostrato (il libro più noto è quello di Carolyn Merchant, La morte della natura, Garzanti 1988), tra femminile ed ecologia vi è uno stretto legame. Una tradizionale visione gerarchica ha consentito di sostenere l’inferiorità della donna e, con lo stesso criterio, l’inferiorità del mondo naturale, della terra, degli altri esseri viventi. Ne è derivata una cultura della violenza e dello sfruttamento, di cui oggi paghiamo le conseguenze. Questo tema è ampiamente presente nel nuovo femminismo, che rifiuta tale visione a favore di un’etica femminile non di dominio, ma di rispetto, di cura e di responsabilità.

Nel convegno queste tematiche verranno ampiamente sviluppate e approfondite da studiosi dell’argomento, al fine di promuoverne la conoscenza e di favorire un ampio e proficuo di dibattito.

 





ALLEGATI

invito
12-04-2016-invito.pdf

Programma-Convegno
01-05-2016-Programma-Convegno.pdf


SCEGLI DOVE ANDARE

AREA RISERVATA - DOCUMENTI

- Documenti riservati

- Messaggistica privata

- Cerca socie

- Anagrafica

- Format per relazione unificata club

RESTA SU QUESTA PAGINA