Le nostre professioni | ACCEDI

HOME ›› Attivita'›› SI fa STEM Io non mi arrendo

SI fa STEM Io non mi arrendo

Presso il Lab. planetario del Liceo “G.B. Impallomeni” di Milazzo, si è tenuto il secondo incontro dal titolo “Io non mi arrendo”. L’ingegnere aerospaziale Damiana Catanoso, temporaneamente in Germania, in videoconferenza si è raccontata attraverso una conversazione con le socie del club Mariella Sclafani e Laura Gitto, mettendo in luce un percorso difficile, ma sempre proteso al sogno, ed al raggiungimento di mete sempre più ambiziose. Numerose le domande delle studentesse, attratte dalla forza emanata dalle parole semplici e concise della giovane donna in carriera.

Giovedì 31 maggio 2018 si è tenuto, presso il Laboratorio planetario del Liceo  “G.B. Impallomeni” di Milazzo, il secondo incontro dal titolo “Io non mi arrendo”, inserito nell’ambito del progetto biennale SI FA STEM.

Nell’auditorium dell’”Impallomeni” si è quindi svolta una videoconferenza  tra  l’ingegnere  aerospaziale messinese Damiana Catanoso, temporaneamente in Germania, e le Prof.sse Mariella Sclafani (già docente di Lettere nei Licei e autrice di testi didattici) e Lara Gitto (docente di Economia sanitaria presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli studi di Messina, attualmente assegnista di ricerca presso la Facoltà di Economia dell’Università di Roma “Tor Vergata”), socie de club. Erano presenti alla videoconferenza alcune socie del Club e circa 20 studentesse del Liceo,  già coinvolte in occasione del primo incontro nel mese di marzo.

Dopo il saluto della Dirigente del Liceo, Prof.ssa Caterina Nicosia, e la presentazione dell’evento da parte della Presidente del club, Prof.ssa Mattia Lazzara, ha avuto luogo un collegamento via skype con Damiana Catanoso. L’ingegnere aerospaziale si è raccontata attraverso una conversazione stimolante e articolata con le docenti presenti, mettendo in luce un percorso difficile ma con una costante di grande valore: la propensione al sogno, nella determinazione e nel lucido impegno personale verso il successo e verso mete sempre più ambiziose. Ampio spazio è stato dato alle domande delle studentesse, alquanto incuriosite dalla forza emanata dalle parole semplici e concise di una giovane donna in carriera, che ha confessato di non essere stata, in periodo scolare, una studentessa modello.

A conclusione dell’evento, prima di un video sulle note di “Life on Mars” di David Bowie, la Prof.ssa Mattia Lazzara ha evidenziato due concetti chiave espressi dall'ingegnere Catanoso, in apparente dicotomia: sogno e raccomandazione. Il primo giova, in primis, a chi riesce a coltivarlo, è una ricchezza non condivisibile che porta lontano se supportato da altri elementi oggettivi; la seconda, nella sua accezione più alta, si estrinseca nel sogno che diventa la più efficace forma di raccomandazione. Queste le parole conclusive della Prof.ssa Lazzara, nell’esortazione finale alle studentesse: “Sognate, sognate e non smettete mai di sognare”, coerentemente con il titolo attribuito al progetto “Io non mi arrendo…”.

 

 





SCEGLI DOVE ANDARE

AREA RISERVATA - DOCUMENTI

- Documenti riservati

- Messaggistica privata

- Cerca socie

- Anagrafica

- Format per relazione unificata club

RESTA SU QUESTA PAGINA