-->
INTERVISTA PN

Una Stanza tutta per sè

Progetti / Una Stanza tutta per sè

Aula di ascolto protetto presso il Comando Provinciale dei Carabinieri

Il 4 giugno 2019, presso la sede del Comando Provinciale dei Carabinieri di Pavia, si è svolta la cerimonia di inaugurazione dell’Aula per audizioni protette “una stanza tutta per sé”: uno spazio protetto ed esclusivamente dedicato alla raccolta delle denunce di donne vittime di violenza, accolte da  personale dell’Arma specificatamente formato sulla tutela dei soggetti deboli.

E’ stato  il  completamento e coronamento di un progetto iniziato 2 anni fa nel corso del quale era già stato fornito in dotazione l’apparecchio di registrazione.

Madrina della Cerimonia é stata la Signora Giuseppina Radaelli, madre di Maria Cristina Omes e nonna di Giulia e Gabriele, vittime della strage di Motta Visconti del giugno2014, su cui ha indagato la Procura di Pavia.

All’interno della sala, è stata posta un’opera pittorica donata dall’artista pavese Gloria Brocchetta dal titolo “NOI CI SIAMO” e dedicata a Cristina Omes, Giulia e Gabriele. L’opera esprime con efficacia la finalità, condivisa dall’Arma dei Carabinieri e dal Soroptimist International, di costruire una rete di solidarietà a sostegno e tutela dei soggetti più fragili.

Erano presenti tutte le Autorità cittadine : il Prefetto di Pavia, il Questore, il Sindaco, il Presidente del Tribunale, il Procuratore della Repubblica nonché i rappresentanti di Croce Rossa, Croce Verde, di altri Club di Servizio e del Panathlon Club di Pavia.

PUBBLICATO DA:

Milena Boltri - Club Pavia

DATA PUBBLICAZIONE:

04 giugno 2019

PRESIDENZA

Patrizia Salmoiraghi

PROGETTO

Una stanza tutta per sè

Diritti umani per tutti - Lotta alla violenza contro le donne - STANZA TUTTA PER SE'

CLUB COLLEGATI