Le nostre professioni | ACCEDI

HOME ›› Edicola›› Legge elettorale. 10 marzo 2014. Inizia la discussione alla Camera

Legge elettorale. 10 marzo 2014. Inizia la discussione alla Camera

Che genere di questione. Era questo il titolo di un articolo a firma di Barbara Stefanelli, pubblicato l'8 marzo 2014, sul Corriere della Sera.

Non vogliamo una guerra civile fra i generi. Non la vogliamo oggi, che è l'8 marzo per un'inedita coincidenza tra calendari festivi e agende parlamentari, e non la vogliamo per i prossimi 364 giorni. Usciamo dunque subito da ogni contrapposizione ideologica e proviamo a farci una domanda semplice: la parità uomo-donna alla Cemera, prevista da alcuni emandamenti alla legge elettorale, è una forzatura inaccetabile o protrebbe rivelarsi una spinta per l'Italia?

E' con questa domana di Barbara Stefanelli, che si apre oggi 10 marzo 2014 la discussione alla Camera sulla nuova legge elettorale. 

Noi non abbiamo dubbi, scrive ancora Barbara Stefanelli. E' una occasione storica e la qualità futura della nostra democrazia - e del nostro vivere insiese - passa da una partecipazione attiva delle donne alla vita pubblica. Perchè non è solo una questione di principi e di diriti ma anche di scelte e di comportamenti, e come scrive bene Gemma Andreini sul suo post, non chiamatele quote rosa.

Come probabilmente saprete, la discussione in merito alla nuova legge elettorale riprende oggi, e le parlamentari hanno scritto un appello bipartisan e trasversale per sostenere un’ equa rappresentanza di donne e uomini.


"In queste ore si sta discutendo alla Camera la nuova legge elettorale, un traguardo importante ed atteso da parte dei cittadini e delle cittadine italiane.

Siamo consapevoli dell'importanza e della necessità di approvare nuove regole che presiedano al buon funzionamento della nostra vita democratica e che definiscano la rappresentanza e l'efficienza del nostro sistema politico.


Siamo altresì convinte che non sia possibile varare una nuova legge senza prevedere regole cogenti per promuovere la presenza femminile nelle istituzioni e per dare piena attuazione all'articolo 3 e all'articolo 51 della Costituzione.


Per questo sono stati sottoscritti in maniera trasversale alcuni emendamenti con la convinzione  che l'intesa politica raggiunta possa guadagnare in credibilità e forza da una norma capace di collocare il nostro Paese tra le migliori esperienze europee.


La responsabilità della politica sta ora nel trovare una soluzione ad una questione di civiltà e di qualità della democrazia che troverebbe il favore non solo delle donne, ma di tutti i cittadini che hanno fiducia nelle nostre istituzioni e nella possibilità di renderle migliori"

@paritadigenere

www.camera.it
10/03/2014

Esame della riforma della Legge elettorale
Oggi in Aula l'esame del testo unificato delle proposte di legge recanti Disposizioni in materia di elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica (C. 3 ed abbinate-A).

 

post pubblicato da Cristina Greggio





SCEGLI DOVE ANDARE

AREA RISERVATA - DOCUMENTI

- Documenti riservati

- Messaggistica privata

- Cerca socie

- Anagrafica

- Format per relazione unificata club

RESTA SU QUESTA PAGINA