-->

Insieme per crescere liberi dalla violenza

Progetti / Insieme per crescere liberi dalla violenza

SI va in Biblioteca

Ottemperando alle linee Guida della Nuova Presidente Nazionale del Soroptimist International d’Italia Patrizia Salmoiraghi, nel motto “ Insieme diamo Valore al Futuro delle Donne”, il Club Soroptimist Firenze Due intende partecipare al progetto “Si va in Biblioteca” motivato da questi presupposti: ”Il Progetto intende favorire e diffondere la frequentazione della biblioteca, per farne luogo privilegiato di incontro, di conoscenza, uno spazio ad alta densità educativa “con particolare riferimento ad azioni ed iniziative di formazione e informazione culturale per le donne e di contrasto alla povertà educativa dell’infanzia e dell’adolescenza …… offerte del presente orientate per il futuro….”

Il progetto proposto dal Club Soroptimist Firenze Due in collaborazione con il Club Soroptimist Firenze, risponde a questa proposta dell’Unione italiana scegliendo di affrontare con incontri mensili il tema dello sviluppo emotivo. La fretta quotidiana sta facendo dimenticare la cura emotiva, la restituzione del significato da parte dell’adulto, la decantazione assistita delle crisi che rientrano fra le esperienze congrue ad un sano sviluppo affettivo. Per questo risulta sempre più utile diffondere cultura emotiva per aiutare a crescere le nuove generazioni con consapevolezza, nella ricchezza della conoscenza, nella fiducia e nella parità di genere. Conoscersi e imparare a capirsi è il percorso per crescere liberi dagli impulsi di violenza che inducono persone anche insospettabili a compiere aggressioni fuori controllo.

Questo è inoltre un progetto formativo per genitori e insegnanti, per le donne di ogni età che partecipano attivamente alla crescita delle nuove generazioni.

Gli esperti faciliteranno la loro presentazione con l’aiuto di video e libri, le parti salienti delle conferenze e la documentazione sarà trasmessa sui nostri  siti. 

Le scuole potranno aderire con un numero massimo di 18 studenti alle conferenze presso la Biblioteca delle Oblate nelle date stabilite. Ogni scuola disporrà in seguito delle video conferenze e potrà trasmetterle nella propria sede.

L’obiettivo ultimo è alimentare nei giovani l’abitudine a frequentare la Biblioteca e la capacità di pensare, di confrontarsi e di capire la propria e l’altrui affettività. Ogni scuola partecipante è invitata a facilitare la composizione di un’opera di ingegno sul tema dello sviluppo affettivo. Gli studenti potranno realizzare una produzione personale o di gruppo da inserire in un libro creato ad hoc. Nella scuola sarà composta una commissione per la raccolta delle opere e per l’organizzazione del libro con l’aiuto di un tutor interno alla scuola e di un tutor Soroptimist.

La divulgazione del progetto si avvarrà di diversi strumenti di diffusione.

 

Gli incontri si svolgeranno in orario scolastico, la mattina, dalle 9:30 alle 12:30.

Le date proposte per le conferenze presso la Biblioteca delle Oblate, compatibilmente con la disponibilità della struttura, sono il 6 Marzo , il 10 Aprile, 8 Maggio, 5 Giugno.

La chiusura del progetto è prevista nel Maggio2019.

PUBBLICATO DA:

Laura Sartini - Club Firenze Due

DATA PUBBLICAZIONE:

30 ottobre 2017

PRESIDENZA

Patrizia Salmoiraghi

PROGETTO

SI va in Biblioteca

SI va in biblioteca

PROGETTO NAZIONALE

SI va in Biblioteca

CLUB COLLEGATI

Leggi anche

Nazionale 03-10-2018

Club su SI va in Biblioteca

Sono 56 i Club che hanno aderito al progetto SI va in Biblioteca.

Laura Sartini - Unione

Club Firenze Due 20-03-2018

Origine del mondo affettivo nel genere umano

Primo incontro progetto Insieme in Biblioteca per crescere liberi dalla violenza

Primo incontro di quattro del progetto Insieme in Biblioteca per crescere liberi dalla violenza. Si tratta di un ciclo di incontri con esperti sulla conoscenza dello sviluppo

Laura Sartini - Club Firenze Due

Nazionale 06-10-2017

SI va in Biblioteca

Il Soroptimist International d’Italia intende favorire e diffondere la frequentazione della biblioteca come luogo previlegiato del sapere, di incontro, di aggregazione,

Laura Sartini - Unione