Le nostre professioni | ACCEDI

HOME ›› Progetti›› Progetto MIUR "Le studentesse vogliono contare - Il mese delle STEM" - DAL COSMO ALLA PAMPA: L'ESTREMA AVVENTURA DEI RAGGIE (E DEI FISICI) COSMICI

Club Asti |

Progetto MIUR "Le studentesse vogliono contare - Il mese delle STEM" - DAL COSMO ALLA PAMPA: L'ESTREMA AVVENTURA DEI RAGGIE (E DEI FISICI) COSMICI

"Le donne non sono portate per la matematica" recita uno stereotipo duro a morire. Finalmente una nuova ricerca scientifica elaborata da Gijsbert Stoet, ricercatore all'Università di Leeds, confuta il teorema dello scarso talento femminile nelle discipline scientifiche. Il vero deficit, spiega Stoet, è motivazionale. Le statistiche del GCSE (General certificate of secondary education) nel Regno Unito (dati 2011 del Joint Council for Qualification) rivelano performance alla pari tra ragazze e ragazzi: questi ultimi, nel test di matematica, superano di poco le colleghe, con il massimo dei voti (A) nel 60% dei casi. La questione dunque – vedi l'addio ai reparti rosa e azzurri nel negozio di giocattoli Hamleys – è abbattere gli steccati. La parola d'ordine è "de-genderizzare" abbattere le differenze di genere, fin da piccoli.

Con l’obiettivo di superare questo stereotipo, il Club di Asti, nell'ambito dell'iniziativa Miur "Le studentesse vogliono contare – Il mese delle Stem", propone il progetto “Dal cosmo alla pampa: l'estrema avventura dei raggi (e dei fisici) cosmici”.

Grazie alla contributo dell’Astrofisica astigiana, dr.ssa Piera Luisa Ghia, diplomata al Liceo Classico Vittorio Alfieri di Asti e Laureata in Fisica con lode presso l'Università degli Studi di Torino, ora direttrice di ricerca al Laboratoire de Physique Nucléaire et de Hautes Energies (Lpnhe) del Centre Nationale de la Recherche Scientifique (Cnrs) a Parigi.

Il Club di Asti, in collaborazione con l’Università degli Studi e l’UTEA ha organizzato una giornata dedicata a divulgare la cultura scientifica attraverso l’avventura di una donna astigiana che con passione e fantasia “pratica” i raggi cosmici in giro per il mondo.

La dr.ssa Piera Luisa Ghia ha lavorato per molti anni su esperimenti di fisica dei raggi cosmici ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso e dal 2000 partecipa all’esperimento Auger in Argentina, in cui presiede il comitato per la pubblicazione dei risultati dell’Osservatorio.

Da qui l’idea del progetto “ Dal cosmo alla pampa: l'estrema avventura dei raggi (e dei fisici) cosmici”.

La dr.ssa Piera Luisa Ghia, durante la giornata del 27 aprile, racconterà come è nata e cresciuta la sua passione per i raggi cosmici, particelle estremamente minute dotate di altissima energia che viaggiano nello spazio interstellare ad altissima velocità, e come sia la vita di una donna “studiosa per professione”.

La testimonianza dell’Astrofisica Piera Luisa Ghia, potrà stimolare le studentesse a orientare le scelte future verso facoltà di tipo scientifico.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Incontro con gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado presso l’Aula    Magna dell’Università degli Studi di Asti; Incontro con la cittadinanza presso Palazzo Mazzetti; Conviviale in Interclub alle ore 20 presso il Ristorante “La Grotta” di Asti.

www.radioasti.it/default.asp?list=dett&ArtID=51333





SCEGLI DOVE ANDARE

AREA RISERVATA - DOCUMENTI

- Documenti riservati

- Messaggistica privata

- Cerca socie

- Anagrafica

- Format per relazione unificata club

RESTA SU QUESTA PAGINA