Soroptimist
search

SI SOSTIENE... IN CARCERE

I progetti che non tramontano

Obiettivi:

SI

Progetto Nazionale per sostenere donne fragili come le detenute in percorsi di formazione professionale e lavorativa all'interno delle carceri italiane in collaborazione con le Direzioni degli Istituti Penitenziari grazie al Protocollo sottoscritto da Soroptimist con il Dap Dipartimento Amministrazione Penitenziaria del Ministero Giustizia.

OBIETTIVI

Il progetto racchiude tutta la Vision, la Mission di Soroptimist perché ha come obiettivo la formazione in ambito professionale e lavorativo in settori diversi delle donne detenute con lo scopo di stimolarle ad una crescita personale, offrendo pari opportunità per avviarle ad un'attività lavorativa e favorire il raggiungimento di un'autonomia economica anche in vista del reinserimento sociale una volta terminato il periodo di detenzione. La scelta di "formatori" qualificati (Università , Scuole, CPIA, Cooperative sociali, Aziende private) che rilasciano un diploma finale spendibile è la chiave di volta e si è dimostrato una valida opportunità per borse lavoro/assunzioni già nel periodo detentivo. In prima linea con i focus di Education e Women's Empowerment, il Si Sostiene e il Soroptimist "transform the lives and status of women and girls through education, empowerment and enabling opportunities " e promuovono due Goals dell'Agenda 2030: SDGs 4 Quality Education e SDGs 5 Gender Equality. Non di meno il percorso formativo, la condivisione del progetto con altre compagne, con gli staff degli istituti , con nuove figure esterne amiche come le socie soroptimiste e i formatori, ha il fine di condurre ed ha condotto tutte le partecipanti ad una maturazione personale, ad una consapevolezza propositiva delle loro potenzialità, fortificando sentimenti di autostima anche come ruolo individuale nella società.

DATI E RISULTATI

Nei primi sei anni di attuazione del Protocollo, il progetto "SI SOSTIENE" ha promosso 136 iniziative formative in 33 istituti con sezioni femminili, arrivando a coinvolgere 830 detenute. 56 sono i Club italiani che hanno aderito al progetto e che hanno realizzato corsi per parrucchiera, estetista, pasticciera, sarta, cake designer, governante, torrefattrice, apicoltrice , bibliotecaria, corsi per la manutenzione del verde e la coltivazione di orti e piante aromatiche ma anche innovativi professionalmente con l'educatrice cavalli e l'ausiliaria per palestre sportive. Altri stanno per essere avviati. 90 sono le detenute che, dopo aver seguito i corsi, hanno fruito di borse-lavoro retribuite dentro o fuori dal carcere. Coordinatrice Nazionale del Progetto dal 2017 Paola Pizzaferri.

SI SOSTIENE: RICONOSCIMENTI INTERNAZIONALI

Il progetto ha ricevuto il Best Practice Award 2020 assegnato al Soroptimist International d'Italia dalla nostraFederazione Europea; un riconoscimento per l'Italia scelta tra più di 60 Stati concorrenti per l'Union Best Project con Donne@Lavoro SI SOSTIENE in Carcere: A new dimension of freedom for women in prison through job traineeship. Per approfondire.

Il 18/10/2021 il progetto è stato scelto dal Consiglio d'Europa per essere presentato alla Conferenza delle ONG ,per l'International Day for Eradication of Poverty e rappresenterà la Federazione Europea come Best Practice perché il lavoro è l'unico strumento per sradicare condizioni di povertà e discriminazione in particolare per le fasce più fragili femminili. Per approfondire.

APPROFONDIMENTI

Biennio 2017/2019  - Il Progetto nasce nell' ottobre 2017 con la stesura del primo Protocollo sottoscritto con il DAP Dipartimento Amministrazione Penitenziaria del Ministero Giustizia dal Soroptimist International d'Italia dalla Presidente Nazionale Patrizia Salmoiraghi (2017-2019) che all'interno del suo progetto Donne@Lavoro mise in campo una strategia per il lavoro femminile nelle carceri italiane. Capofila del SI Sostiene furono la Casa Circondariale di Milano Bollate e il Club di Merate, che fin dal 2013 aveva avviato con il direttore Massimo Parisi il Progetto "Navicella" per la formazione femminile delle donne ristrette, vincitore del BPA della Federazione nel 2015, citato all'ONU al CSW59 (Commission on the Status of Woman del 2015) e ispiratore del Si Sostiene stesso.  Per approfondire: Convegno Nazionale sett.2019   Slides   Registrazione

Biennio 2019/2021 - Il Protocollo è stato poi rinnovato il 22 ottobre 2019 dalla Presidente Nazionale Mariolina Coppola (2019-2021) che ha dato continuità e nuovo impulso a tutta l'azione progettuale con rilevanti iniziative a cui tutti i club italiani hanno aderito anche nel grave periodo pandemico; l'adesione di Soroptimist al Protocollo si è infatti strutturata su due fronti , con una duplice azione progettuale: da una parte i club che singolarmente hanno dato continuità all'impegno collaborando con le Direzioni delle Carceri del loro territorio e dall'altra con una nuova iniziativa collettiva che sotto il nome di Regalo solidale, ha coinvolto tutti i 158 club italiani e le loro 5500 socie.  Per approfondire: Relazione Coordinatrice Nazionale Paola Pizzaferri 

Biennio 2021/2023  ll 20 ottobre 2021, il Protocollo d' intesa tra DAP (Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria) e Soroptimist International d'Italia ha visto il terzo rinnovo grazie alla Presidente Nazionale Giovanna Guercio con la finalità di realizzare, nell'ambito del Progetto "SI SOSTIENE" nuovi percorsi di inclusione destinati alle detenute ristrette nelle sezioni e negli istituti femminili. Si è confermato così per un altro triennio la reciproca e fruttuosa collaborazione tra soroptimiste e carceri. Per approfondire: Relazione Coordinatrice Nazionale Paola Pizzaferri   

In area riservata 

La Relazione della Coordinatrice al 31.12.2023 

Protocollo d'intesa 20.10.2021

Il testo della lettera da utilizzare per la presa di contatto con le direzioni carcerarie

La Scheda di Adesione dei Club


X