Soroptimist
search

UNA STANZA TUTTA PER SÉ

I progetti che non tramontano

Obiettivi:

UNA

Una stanza, un luogo protetto realizzato all'interno delle Caserme dei Carabinieri e degli Uffici di Polizia per accogliere e ascoltare le donne, incoraggiarle a rivolgersi alle Forze dell'Ordine nei casi di violenza e abusi e sostenerle nel delicato momento della denuncia.

Il Progetto Una stanza tutta per sé, dal titolo dell'omonimo saggio di Virginia Woolf, per la creazione di una stanza dedicata alla denuncia delle donne nasce a Torino nel 2014 per iniziativa del Club Soroptimist che realizza con il supporto del Comando Provinciale dei Carabinieri la stanza presso la Compagnia di Torino-Mirafiori.

La Presidente nazionale Leila Picco (2015-2017) attraverso un accordo stipulato per il biennio 2015 – 2017 fra l'Unione italiana del Soroptimist e il Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri ne promuove lo sviluppo su tutto il territorio nazionale per l'allestimento all'interno delle Caserme di locali idonei all'ascolto di donne che hanno subito violenza e di altre vittime vulnerabili. Da allora il progetto non ha mai subito battute d'arresto ed è stata data continuità da parte di tutte le Presidenti nazionali.

Parallelamente al numero delle Stanze che è andato via via crescendo, si è sviluppata da parte di Soroptimist una significativa azione di comunicazione e divulgazione. A questo scopo l'Unione Italiana ha predisposto, fin dal 2016, una Mappa delle "Stanze" italiane, dove sono riportate le informazioni riguardanti la localizzazione e la dotazione delle stanze, che trovate in questo sito web e alla quale si può accedere anche dal sito web dei Carabinieri (link alla mappa)

Il progetto è stato successivamente ampliato con "Una stanza tutta per sé… portatile" – una valigetta con kit informatico audio-video per la verbalizzazione e registrazione delle denunce – per i casi in cui risulti preferibile raccogliere la testimonianza in luogo diverso da quello istituzionale (per es. abitazione, pronto soccorso o altro ambiente in grado di supportare al meglio la vittima) – al fine di raggiungere in ogni caso e in modo più immediato le vittime vulnerabili.

Nel biennio di presidenza di Mariolina Coppola (2019-2021) vengono sottoscritti appositi Protocolli d'intesa con l'Arma dei Carabinieri (22/11/2019) e con il Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell'Interno (25/11/2020). Entrambi i Protocolli sono stati rinnovati durante la presidenza di Giovanna Guercio (2021-2023).

Protocollo con Arma dei Carabinieri 17/11/22 

Linee guida realizzazione 17/11/22

Protocollo con Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato 25/11/2023

Nel 2024 è prevista la registrazione ufficiale del marchio e del logo di questa iniziativa, e un ampio lavoro di censimento e monitoraggio da parte dei SI Club Italiani. I risultati saranno presentati in questo sito e costituiranno importante base informativa per l'ampliamento del Progetto e per azioni territoriali.

Al 31/12/2023 risultano 251 Stanze, di cui 176 presso Caserme Carabinieri, 43 presso Uffici di Polizia, e 32 stanze portatili in oltre 50 casi vi è stata dotazione di entrambi.

APPROFONDIMENTI

Convegno Nazionale in Senato, 31 maggio 2017   Programma    Articolo sito 2017

Convegno Soroptimist Club Torino, 5 aprile 2019   Atti    Articolo sito 2019


X